Varietà Williams

Origine e storia: è una varietà antica di origine inglese, selezionata alla fine del ‘700 e diffusa in Italia principalmente nella pianura del Po.

Forma e dimensione dei frutti: dal punto di vista botanico la forma dei frutti di Williams è definita “cidoniforme”, ma “a fiaschetto” nel lessico comune, con un rapporto tipicamente < 1,5 tra la dimensione dei 2 assi del frutto. La pezzatura dei frutti è media (in genere tra 60 mm e 80 mm di diametro massimo).

Colorazione dell’epidermide, livello di maturazione, caratteristiche della polpa e sapore: colore di fondo dell’epidermide variabile dal verde al giallo in relazione allo stato di maturazione più o meno avanzato – con zone rugginose più o meno estese. Occasionalmente i frutti possono presentare una colorazione rosso-rosata dell’epidermide nelle parti più direttamente esposte al sole. I frutti più verdi sono croccanti e molto succosi. Mano a mano che l’epidermide assume una colorazione progressivamente più gialla, la polpa – che è succosa, bianca, fondente, dolce e zuccherina e dall’aroma tipico – diventa sempre più morbida e fondente.

Segni particolari

È la pera ideale da sciroppare. Freschissima e succosissima, la pera Williams è perfetta per il consumo fresco, ma la sua polpa soda e compatta la rende particolarmente adatta anche per la trasformazione in frutta sciroppata e per l’utilizzo per la preparazione di succhi, grappe, macedonie, dolci e marmellate.

Epoca di raccolta
2a decade di agosto.
Disponibilità
Dalla 2a decade di agosto a metà febbraio.
Scopri le ricette con la Williams
Smoothie di pere con yogurt, fragole e zenzero

   

Citric pear
Mezzelune di pere e burlino ai porcini e timo
×