Benefici della pera: proprietà nutrizionali sorprendenti di un frutto da (ri)scoprire

Benefici della pera: proprietà nutrizionali sorprendenti di un frutto da (ri)scoprire

Un frutto dai benefici insospettabili

Una pera al giorno leva il medico di torno. Ti suona strano? Eppure non dovrebbe. Rimarrai sorpreso da quanti e quali siano i benefici della pera. Oltre a proprietà nutrizionali eccellenti, infatti, questo frutto italiano (il nostro paese è tra i primi produttori mondiali!) ha anche tanti benefici per la salute insospettabili. Studi scientifici evidenziano, infatti, che le preziose sostanze che contiene, come fibre, e antiossidanti, contribuiscono in molti modi al benessere del corpo. Sei pronto a scoprire le benefiche proprietà della pera?

Leggi anche: Quando maturano le pere? il calendario con le varietà italiane di stagione

Pera: proprietà nutrizionali e calorie

Il viaggio alla scoperta dei benefici della pera parte da calorie e valori nutrizionali. A livello energetico una pera di circa 100 g fornisce 35 kcal [*1]. Circa come un’arancia (34 kcal) e un po’ meno di un kiwi (44 kcal) o una mela (53 kcal). È, dunque, indicata anche per le diete ipocaloriche.

L’apporto energetico delle pere è dovuto quasi completamente al loro contenuto di zuccheri. E anche qui c’è qualcosa da scoprire. Le pere contengono per lo più fruttosio e sorbitolo, glucidi che hanno minore impatto sulla glicemia rispetto a glucosio e saccarosio (più presenti, ad esempio, nelle mele). Quindi la pera è indicata anche nella dieta dei diabetici.

Leggi anche: La pera fa ingrassare? ecco perché è vero il contrario

Fibre, antiossidanti, vitamine delle pere

Parlando di fibre, c’è una cosa che forse non sai. Tra i frutti freschi più comuni, la pera è quello più ricco di fibre. Ne contiene circa 3,8 g: molta più di kiwi (2,2 g), mele (2 g) o arance (1,6 g) [*1]. Grazie a questo “tesoretto”, le pere sono un toccasana per l’intestino, contrastando la stipsi e migliorando la salute della flora batterica. Le fibre inoltre aiutano a dimagrire riducendo l’assorbimento di zuccheri e grassi.

Ma non è ancora tutto. La pera è ricca di microelementi alleati della salute come vitamina C, potassio e calcio. E anche di sostanze antiossidanti che contrastano l’invecchiamento e proteggono da malattie degenerative. Vuoi massimizzare i benefici della pera? Mangiala con la buccia. Questa infatti contiene circa il 25% di fibre, antiossidanti e vitamine.

Leggi anche: Come disinfettare la frutta: amuchina, bicarbonato o aceto servono davvero?

Pera: valori nutrizionali

Antiossidanti ed effetti benefici della pera

L’elevato contenuto di antiossidanti concorre in molti modi a determinare i benefici della pera. Scopriamoli insieme.

  • La pera contiene tra 27 e 41 mg di fenoli: molecole di forma circolare capaci di intrappolare i radicali liberi responsabili dell’ossidazione cellulare.
  • È il frutto più ricco di isoramnetina (fino a 2,6 mg): raro polifenolo oggetto di studi scientifici per i benefici che può apportare al sistema nervoso.
  • La pera è anche la pomacea più ricca di acido malico: altra sostanza dal potere antiossidante che ha un ruolo nel prevenire la formazione di calcoli renali.

Leggi anche: La marmellata di pere senza zucchero per merende sane e genuine

Benefici della pera per la salute: cosa dice la scienza

Numerose ricerche hanno evidenziato i benefici della pera per la salute. La scienza ci dice che, consumate regolarmente e nell’ambito di una dieta equilibrata, le pere possono avere un effetto protettivo contro varie patologie [*3].

  • Contribuiscono a ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.
  • Contribuiscono a proteggere da ictus, malattie coronariche e altri disturbi cardiovascolari.
  • Influiscono positivamente sull’ulcera e sullo sviluppo di calcoli nel tratto urinario.
  • Aiutano a contrastare gli effetti degenerativi a carico delle cellule causati dallo stress ossidativo.
  • Migliorano la salute dell’intestino e prevengono la costipazione.
  • Sono associate alla riduzione del peso corporeo e al miglioramento del metabolismo lipidico.
  • Sono ottime fonti di fibre e potassio: nutrienti spesso carenti nell’alimentazione occidentale.

Leggi anche: Le pere caramellate: un dessert per tutti

Quante pere si possono mangiare al giorno?

Le Linee guida alimentari ministeriali suggeriscono il consumo di tre frutti freschi ogni giorno. (Da accompagnare a due dosi di verdura, per arrivare alle famose “cinque porzioni”). Tuttavia in Italia una parte non piccola della popolazione è ampiamente al di sotto del livello raccomandato. Questo, purtroppo, riguarda in particolare bambini e ragazzi: la fascia d’età che trarrebbe i maggiori benefici da un adeguato consumo di vegetali.

Per tutti benefici della pera già elencati, essa rappresenta una scelta ideale a ogni età. In media due pere da 150 g l’una forniscono:

  • il 40% della fibra giornaliera consigliata per un adulto, pari a 25 g;
  • solo il 5% delle calorie previste per la dieta di un adulto medio (2 mila kcal);
  • acqua, zuccheri a basso indice glicemico, vitamina C, calcio, antiossidanti…

A chi si chiede quante pere si possono mangiare al giorno possiamo, dunque, rispondere: una pera al giorno aiuta senz’altro a levare il medico di torno… Ma due fanno ancora meglio!

 

NOTE
*1: Fonte: Mipaaf/Crea
*2: Fonte: INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione)
*3 Ricordiamo che queste sono evidenze scientifiche, ma sempre di carattere generale. Il medico o specialista di fiducia può fornire a ciascuno indicazioni precise basate sulla sua specifica situazione.