opere falstaff

Falstaff

Origine e storia

Ottenuta in Italia dall’incrocio naturale delle antiche varietà Abate Fetel e Cascade, la sua diffusione è ancora estremamente limitata e circoscritta a poche decine di ettari tutti situati in Emilia Romagna.

Forma e dimensione dei frutti

Dal punto di vista botanico la forma dei frutti è definita “calebassiforme” e ciò significa che i frutti di Falstaff – che in genere sono di buona pezzatura – hanno una forma allungata. Il picciolo è spesso, corto e ben lignificato.

Colorazione dell’epidermide, livello di maturazione, caratteristiche della polpa e sapore

I frutti di Falstaff sono facilmente riconoscibili per il colore di fondo rosso dell’epidermide, esteso al 50% o più della superficie. La porzione di superficie meno esposta al sole presenta invece una colorazione verde striata al momento della raccolta. La colorazione dell’epidermide dei frutti è un chiaro indicatore del livello di maturazione: tanto più avanzata è la maturazione e tanto più pronunciato sarà il viraggio di colore della buccia da rosso cupo a rosso brillante, così come le striature passeranno da una colorazione tendenzialmente verde ad una sempre più gialla. La polpa è bianca, fondente e dal sapore speciale, sorprendente e unico perché speziato.

Segni Particolari

È la pera più innovativa. Falstaff insieme a Carmen è una delle più importanti innovazioni varietali nel settore della coltivazione del pero.

Epoca di Raccolta

Dalla 3a decade di agosto alla 1a decade di settembre.

Disponibilità

Dalla 3a decade di settembre a fine aprile. NB: produzione limitata.