Progetti di filiera

OPERA Soc. Coop. Agr. ha presentato, ai sensi dell’Avviso Pubblico “PROGETTI DI FILIERA 2017” di cui alla Delibera Regione Emilia Romagna nr. 227 del 27/02/2017 e ss. mm. ii. Il Progetto di Filiera, denominato “FILIERA PERE DI QUALITA’ – OPERA®”

Il Progetto di Filiera è stato approvato con Determina Regione Emilia Romagna 10338/2018 come modificata dalla successiva determinazione 11504/2018 – concessione contributi filiera 10 -Promotore/capofila: Opera società cooperativa agricola.

OPERAZIONI N. DOMANDE SPESA TOTALE CONTRIBUTO CONCESSO
4.1.01 49 4.144.608,24 1.471.786,85
4.2.01 2 3.958.732,99 1.385.556,55
16.2.01 1 162.000,00 113.400,00
TOTALE 52 8.265.341,23 2.970.743,40

 

Il Progetto di Filiera si prefigge di sviluppare principalmente due priorità:

  • Incentivare le tecnologie atte a razionalizzare e innovare la fase di post raccolta, selezione e conservazione finalizzate al miglioramento qualitativo dei prodotti
  • Incentivare le innovazioni di processo finalizzate a garantire una maggiore salubrità e qualità intrinseca del prodotto

Gli obiettivi produttivi ed i conseguenti risultati economici che si vogliono conseguire sono:

  • Ridurre i costi di produzione
  • Aumentare la marginalità delle aziende agricole, migliorare la qualità delle produzioni, ridurre l’impatto ambientale
  • Migliorare i servizi e la rete di conoscenza, rafforzare la filiera, l’integrazione e la diffusione delle informazioni e delle migliori pratiche

In riguardo alle operazioni 4.2.01:

MISURA BENEFICIARIO INVESTIMENTO AMMESSO CONTRIBUTO CONCESSO
4.2.01 PATFRUT SOCIETA’ COOPERATIVA AGRICOLA 2.789.807,99 976.432,80
4.2.01 PERARTE SOCIETA’ COOPERATIVA AGRICOLA 1.168.925,00 409.123,75

 

La Patfrut Soc. Coop. Agr. e la Perarte Soc. Coop. Agr hanno previsto interventi che determineranno:

  • il miglioramento della gestione dei prodotti nelle fasi post raccolta e, in particolare, nelle attività di movimentazione interna, logistica e modalità di conservazione delle pere attraverso la realizzazione di nuove celle, e riqualificazione impianti frigoriferi nella struttura di Ferrara in via Due Pezzi per la Perarte ed in via Bentivogli nello stabilimento di Molinella della Patfrut. Gli investimenti previsti relativi alla frigoconservazione del prodotto sono finalizzati all’innovazione tecnologica per la ottimale gestione dei prodotti della filiera;
  • l’ammodernamento dei processi di selezione, lavorazione e confezionamento dei prodotti, avendo cura di garantirne una maggiore salubrità oltre che un miglioramento qualitativo, sia nello stabilimento di Monestirolo di via Argenta sia nello stabilimento di Ferrara in via Due Pezzi per la Perarte attraverso l’acquisizione e l’implementazione di una serie di impianti, attrezzature e macchinari altamente innovativi e tecnologici

I termini previsti per la realizzazione degli interventi ed il completamento dei singoli progetti sono:

  • 12 mesi, salvo proroghe, per le iniziative progettuali presentate a valere sulle Operazioni 4.1.01 e 4.2.01;
  • 18 mesi, salvo proroghe, per il Piano di Innovazione presentato ai sensi dell’Operazione 16.2.01.

FOCUS AREA 3A Operazione 16.2.01 PIANO DI INNOVAZIONE

TITOLO DEL PIANO: TECNICHE INNOVATIVE PER MIGLIORARE PRODUTTIVITA’, QUALITA’ E
CONSERVABILITA’ DEL PRODOTTO PERA

ACRONIMO: TECN.INNOVA_PERA

IN COLLABORAZIONE CON CRPV- CENTRO RICERCHE PRODUZIONI VEGETALI, A VALERE SUL TIPO DI OPERAZIONE 16.2.01

Obiettivi del progetto
L’obiettivo è mettere a punto alcune tecniche innovative pre- e post-raccolta per migliorare la produttività (redditività), la qualità e la conservabilità delle pere prodotte e commercializzate da Opera.

Riepilogo risultati attesi
Risultati principali

  1. Linee guida sulle tecniche agronomiche da adottare negli impianti di Abate Fetel, in relazione alle diverse situazioni aziendali (tipo di terreno, portinnesto, vigoria delle piante, condizioni climatiche, ecc.).
  2. Verifica dell’efficacia di trattamenti in campo con diversi prodotti a base di calcio, sulla prevenzione e contenimento del Riscaldo molle nelle pere Abate Fetel dopo conservazione in ACD.
  3. Definizione dei principali parametri qualitativi da impiegare nelle varietà William, Abate Fetel e Falstaff, per ogni zona produttiva e per ogni tipologia di impianto, portainnesto, ecc.
  4. Verifica su scala commerciale circa l’applicabilità della tecnica dello stress a basso ossigeno per prevenire il Riscaldo superficiale delle pere Abate Fetel senza l’impiego di trattamenti chimici;

Principali benefici/opportunità apportate dal progetto

  1. incremento della resa/ha nelle aziende direttamente coinvolte nella sperimentazione; incremento conseguente soprattutto alla migliore qualità (maggiore calibro, colore, consistenza, contenuto in zuccheri, ecc.) e conservabilità dei frutti raccolti.
  2. Fornire agli operatori delle centrali frutticole una tecnica di prevenzione del Riscaldo superficiale della pera Abate Fetel senza l’utilizzazione di trattamenti chimici di sintesi

Descrizione delle attività

Tecniche colturali innovative – saranno sperimentate in 4 aziende agricole un pacchetto di tecniche diverse da quelle normalmente adottate (tecniche innovative), al fine di ottenere un miglioramento sia in termini produttivi che qualitativi.
Trattamenti in campo a base di calcio – Sarà verificata l’efficacia di una serie di trattamenti a base di Ca sulle pere Abate Fetel destinate alla conservazione in condizioni di Atmosfera Controllata Dinamica (ACD).
Evoluzione della maturazione – Sarà realizzato un monitoraggio in circa 10 aziende agricole dell’evoluzione dei principali parametri di maturazione dei frutti (peso, durezza, residuo secco rifrattometrico, acidità, pH, indice DA, test di lugol) effettuato a cadenza settimanale (5 stacchi a partire da 3 settimane precedenti l’inizio della raccolta commerciale fino a 2 settimane successive l’inizio della raccolta commerciale). La prova verrà condotta su 3 varietà: Abate Fetel, Falstaff e William.
Stress a basso ossigeno – Sarà studiata la trasferibilità a livello operativo di una nuova tecnica di prevenzione del Riscaldo superficiale della pera Abate Fetel, senza l’impiego di trattamenti chimici durante la conservazione.

Per maggiori informazioni clicca su: Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)